Depressione autunnale?

Quali sono le emozioni che suscita in voi l’autunno? Nella ricerca e analisi delle risposte degli answerini a varie domande sul tema, risulta che la maggioranza prova un sentimento abbastanza negativo questa stagione, ovvero, molti sentono la malinconia, la tristezza e addirittura la depressione quando arriva l’autunno.

Ma sapete che esiste proprio questo genere di depressione nel campo psicologico? Si chiama Disturbo Affettivo Stagionale, più noto con il suo acronimo SAD. E come il suo significato inglese, chi soffre di questo disturbo, prova la tristezza— la depressione causata dalla stagione invernale i cui sintomi vengono manifestati  solitamente all’inizio dell’autunno.

Ma che cosa è esattamente la SAD? Secondo il sito di Giacinto ONLUS (http://www.giacinto.org/disturbo-affettivo-stagionale-sad/) :
 
“Poco conosciuta dalla maggior parte delle persone, questa forma di depressione ha la sua origine nella risposta del cervello alla ridotta esposizione alla luce naturale. Si estrinseca nello stesso periodo dell’anno (autunno e inverno) e colpisce soprattutto le donne. L’orologio biologico (ritmo circadiano) avendo meno luce solare in autunno e inverno può confondere l’orologio interno del proprio corpo, che segnala quando si dovrebbe essere sveglio o addormentato. Questa interruzione del ritmo circadiano può portare a sentimenti di depressione.”

Come distinguere se si soffre davvero del SAD o è la depressione che si sente è una sola emozione a caso? Ecco alcuni sintomi del disturbo:

- Mancanza di desiderio
- Aumento della voglia di dormire
-  Difficoltà di concentrazione
-  Tristezza, malinconia, disperazione, depressione (per un periodo minimo di due settimane)

Cosa si può fare per rimediare il SAD?

- Stare al sole
- Fare ginnastica
- Uscire o passare tempo con gli amici o parenti
- Mangiare bene e sano
- Vedere il medico per ulteriori consigli di farmaci possibili da prendere

Questo non è un disturbo qualsiasi. Infatti, nel 2008 è stato registrato che la depressione autunnale colpisce più o meno il 70% degli italiani. È importante riconoscere e ammettere quando si ha e sapere i passi da prendere per guarire.

Segui Yahoo! Answers su Facebook Segui Yahoo! Answers su Twitter

Commenti (1)

Invia un commento
  1. Non mi sembra giusto medicalizzare la vita quotidiana. In Italia di farmaci se ne prendono già troppi. La depressione vera non ha apparenti cause esteriori, e se le ha sono sproporzionatamente piccole rispetto alla patologia. Per di più si può presentare in tutte le stagioni.
    Invece quello che la gente comune percepisce in Autunno è un rallentamento della forza vitale perfettamente in accordo con il mondo naturale. Ci si prepara all’inverno, magari si sono presi un paio di chili (come fanno gli animali per affrontare il freddo). Si rallentano le attività esteriori e si diventa più riflessivi.
    Sono cicli naturali, niente di patologico, non è qualcosa da combattere. D’altra parte, quando in primavera si diventa più attivi nessuno parla di una patologia da eccessiva attività, giusto?
    Nel mondo occidentale si considera positiva l’estroversione e negativa l’introversione ma è sbagliato, sono lati della stessa medaglia che si alternano e si completano. La vita sarebbe parecchio noiosa senza cambiamenti e senza stagioni…

    Inviato il 27 October 2013 alle 20:17 da Massimo

Invia un commento

richiesto
richiesta (nascosta)