Come essere dei bravi genitori?

L’arresto di Justin Bieber ieri forse non sorprende più. Non è infatti il primo giovane star a trovarsi nei guai o in mezzo alle controversie. C’è anche da nominare Britney Spears, Lindsay Lohan, Amanda Bynes e ovviamente Miley Cyrus che continua a scioccare la gente con i suoi vestiti, video e balli provocanti.

La domanda che spesso ci si chiede però è: “Che cosa stanno facendo i loro genitori?”. Essendo giovanissimi, è ovvio che hanno bisogno dell’attenzione dei genitori, ma secondo voi cosa dovrebbero fare per aiutare i loro figli? O secondo voi questo è solo un periodo che molti adolescenti normalmente passano?

Abbiamo cercato su Yahoo Answers dei consigli e punti di vista interessanti su come essere dei bravi genitori ed ecco cosa abbiamo trovato:

<<E’ molto difficile essere bravi genitori, l’ho scoperto da quando sono diventata mamma. Mi rendo conto che dall’educazione e dall’esempio che do’ ai miei figli cambia il loro modo di essere e di vivere e persino parte del loro carattere. Ci sono genitori che non si pongono queste domande, altri che affermano che i bambini vanno cresciuti “in amicizia” e quindi confrontandosi con gli adulti. Niente di più sbagliato, ci devono certo essere i momenti di confronto e di dibattito, ma il genitore deve rimanere tale ed è fondamentale che stabilisca delle regole che lui stesso deve rispettare perché dando il buon esempio farà in modo che anche i propri figli le rispettino. Io penso di mettercela tutta, mi impegno ogni giorno per cercare di essere una brava mamma, ma credo che pochi riescano a dire veramente di essere riusciti nell’intento.  Comunque vedo troppi bambini ultra viziati dei quali i genitori vanno fieri solo perché sono opera loro, ma il lavoro di padre e madre non si ferma al concepimento e al sostentamento dei figli.>>

-Gea

<<I veri genitori sono un’altra categoria, quelli che oltre ad aver”creati” i loro figli se ne occupano, a costo di essere anche severi e dire dei no, perché vogliono il bene per i figli e non amano nessuno più dei propri figli. >>

-Paola ‘69

<<Da madre dico, requisiti responsabili, amore, calma-pazienza e rispetto!
Ad un’azione sbagliata cerco sempre di rispondere con un insegnamento che infonda serenità’ nel piccolo, se persiste si passa al castigo che consiste in una privazione o in un periodo di pazienza e sopportazione…>>

-Alotea

<<Come dovrebbero essere? Dovrebbero cercare di ascoltare i figli o di capire i messaggi che mandano indirettamente ma soprattutto quelli che vengono sbattuti in faccia con tutta la violenza di questo mondo e che vengono gridati a squarciagola! Quando ho cercato di dir loro il mio disagio con parole chiare, mi hanno sbuffato in faccia, mi hanno detto che ero una lagnona (non mi lamento MAI), che faccio la vittima (ripeto, non mi lamento MAI) e poi per ogni mio problema ne toglievano uno loro…come a dire “facciamo una competizione a chi ha il problema più grosso!”>>

-Silvia

<< Prima di tutto e sopra tutto i figli devono essere amati. E cosa significa amare un figlio? Significa informare le proprie azioni al suo vantaggio, rinunciando ad egoismi e pigrizia e qualche volta anche alle proprie certezze. Significa rendere questo amore un’ atmosfera che permea l’ambiente famigliare e di cui i figli devono avere chiara e continua consapevolezza. Significa cercare di redimersi dai propri, riconosciuti difetti per evitare di trasmetterli. Significa reprimere il desiderio di proteggere quando si capisce che è giusto concedere una maggiore libertà. Il problema, in ogni caso, è connesso all’ampiezza dell’orizzonte che i genitori hanno saputo darsi nella loro vita e che non si può improvvisare. L’identificazione del bene e del male infatti, anche quando, e forse ancor più, si sia motivati da amore sincero, non è univoca ed universale ma dipendente dall’educazione ricevuta e dai convincimenti maturati e questa è cosa di cui i figli, quando siano in grado di comprenderlo, devono essere avvertiti.  In conclusione occorre amare, accertarsi che i figli ne siano coscienti, spiegare, in termini comprensibili alle varie età, i propri parametri morali ed eventualmente accettare di discuterli, evitando per quanto possibile pigrizia ed egoismo, sperando che il fascino di amici e pulsioni perverse non abbia la meglio, cosa che purtroppo, e per motivi non facili da indagare, a volte capita, vanificando in tutto o in parte la fatica dei genitori. >>

-Piero12

E voi, cari answerini, cosa ne pensate? Siete d’accordo con le opinioni degli altri answerini? Cosa fareste se foste voi i genitori di questi famosi personaggi “difficili”?

 

 

 

 

Quali sono le vostre città italiane preferite?

Nel 2011 è uscito un articolo su yahoo.com parlando delle 5 città italiane che ogni turista deve andare a visitare  (http://voices.yahoo.com/top-5-cities-italy-these-famous-italian-places-7543662.html).

Secondo l’autrice Cassandra James, i seguenti posti devono far parte dell’itinerario dei viaggiatori in Italia:
Roma – la città è una testimonianza della ricchissima cultura antica, manifestata attraverso i suoi grandi monumenti e bellissima architettura.
Milano – essendo il centro della finanza italiana e dell’alta moda, c’è sempre qualcosa di interessante da vedere e da fare nella città.
Venezia – le gondola, l’acqua, la Piazza San Marco sono solo alcuni tratti della città che la rendono proprio romantica e incantevole per qualsiasi turista.
Firenze – essendo la culla del Rinascimento, la sua grandezza nell’aspetto artistico e culturale è evidente in quasi tutte le parti della città. Oltre a ciò, il cibo toscano è ottimo!
Napoli – è un luogo davvero affascinante per la sua gente,  cultura, storia e il suo cibo. A Napoli non ci si annoia mai.

Abbiamo anche cercato su Yahoo Answers per vedere quali sono le città italiane preferite degli answerini ed ecco cosa abbiamo trovato:

<<Firenze, Venezia, Parma, Roma…. >>
-Miss Gatta

<<GENOVA – come città non è bella perché è una città che da la sensazione di “chiuso”, infatti se soffri di claustrofobia e meglio se cambi città. Fidati!
In inverno non si vede mai il sole, è una città molto triste e in mezzo a tutti quei vicoli stretti del centro storico io la notte non entrerei neppure con un Kalašnikov. Mette veramente i brividi! Però tu parli di città preferita. Genova mi fa riaffiorare in mente dei ricordi bellissimi .  Le notti che ho vissuto io a Genova sono le notti che sogna un qualunque ventenne almeno una volta nella vita – festini a luci rosse e alcool a volontà. GRAZIE GENOVA!  >>
-O_o

<<Roma è magica! Anche se sono convinta che non vorrei viverci, perché è una città troppo frenetica però due o tre mesi ci starei.>>
-Anonimo

<<Appunto Firenze! Sono stata ultimamente e l’ho trovata davvero bellissima! Mi ispirava già da prima di visitarla e le mie sensazioni non sono state deluse! Una città non grandissima, piena di arte, cultura, non caotica e soprattutto gente garbata gentile e educata! Una cosa che mi ha colpito è stato l’accento! Se dovessi scegliere una città in cui vivere sceglierei Firenze.>>
-Raffaella P

Quale sito social media utilizzate di più?

Ormai è rarissimo trovare qualcuno che non sappia usare Internet. Internet è diventato un tool importante nella vita umana e fa parte della nostra vita quotidiana. Moltissimi passano la maggior parte del loro tempo in linea per utilizzare i diversi siti di social media. Abbiamo fatto una lista di alcuni di questi siti ritenuti popolari e importanti. Ne riconoscete alcuni? O magari li usate tutti? Quale sito vi piace e utilizzate di più e perché?

1. Facebook
Di sicuro è il sito di social media più conosciuto e più utilizzato. Infatti in ottobre 2012 ha già raggiunto 1 miliardo di utenti! Con il suo slogan << Facebook aiuta a connetterti e rimanere in contatto con le persone della tua vita.>>, il sito offre una piattaforma dove più persone possono collegarsi tramite lo scambio di messaggi, opinioni, fotografie, video e vari interessi.

2. YouTube
Dove si va per scoprire video interessanti? Esistono altri siti per condividere dei video ma di sicuro YouTube viene considerato il migliore. Fondato nel 2004, sono già moltissimi i video commuoventi, simpatici e anche politicamente e socialmente rilevanti che abbiamo visto e di cui abbiamo parlato grazie a questo sito.

3. Twitter
La fama di questo sito sta forse nel fatto che sono tantissime le celebrità che lo utilizzano. Una forma di <<microblogging>>, Twitter permette ai suoi utenti di condividere messaggi di testo con una lunghezza massima di 140 caratteri. È un sito molto utilizzato anche per motivi di marketing e advertising. È anche usato dalle entità governative per diffusione di informazioni e anche dai politici per le campagne elettorali.

4. Instagram
Grazie alla popolarità degli smartphone, Instagram, un’app che consente agli utenti di fare, modificare e condividere le fotografie, è diventato tra i siti social media più popolari in questo periodo.

5. Flickr
Come Instagram, Flickr è un sito dove si possono scambiare le fotografie, ed è un sito molto noto soprattutto tra gli appassionati dell’arte di scattare le fotografie. Qui di solito i forum e i commenti si focalizzano sulla bellezza e anche sulle tecniche adoperate per scattare le foto.

Riuscite ad aggiungere altri nomi alla lista? Potete consigliare altri siti di social media o social networking che sono interessanti e famosi?

Buoni propositi per l’anno nuovo!

L’anno 2013 sta per concludersi e l’anno 2014 sta alle porte! Siamo tutti in attesa dell’arrivo del nuovo anno! Come vi è andato il 2013, cari answerini? È stato un anno di ricordi indimenticabili? Avete avuto molti successi, grandi avventure o avete passato dei momenti di dolore, perdite o rimpianti? Comunque sia stato, l’importante è che tra qualche giorno, possiamo ancora ricominciare da capo. Solitamente ciò ispira le persone  a pensare ai propositi per l’anno nuovo e abbiamo provato a cercare dei buoni propositi fatti nel passato di altri answerini che speriamo possano darvi delle idee quando volete farli anche voi.

 

<<Sorridere,sorridere e sorridere; fare quello che fa stare bene me e non dare niente alla gente che non se lo merita! >>

- zhk

<<Io vorrei imparare il giapponese e forse anche il tedesco… e continuare a provare a migliorare il mio inglese. >>

- Answerino anonimo

<<Io sempre il solito: non sottovalutare mai le conseguenze dell’amore.>>

- LePendu

<<Beh si dice: “Anno nuovo, Vita nuova”. Quindi spero in qualcosa di migliore.. Spero in nuove amicizie, in vecchie amicizie, in amore. In pratica spero in qualcosa di migliore di quello che sta lasciando l’anno passato. Non mi dispiacerebbe per quest’anno nuovo avere qualcuno che mi stia accanto davvero. Beh.. Spero anche in questo!>>

- Melinda C

<<Essere meno acida con chi non lo merita e agire con meno impulsività>>

- Croix

<<Non me ne faccio, mi vivo la vita come mi pare! Sono stufo e non capirò mai tutte queste cose dei buoni propositi o dell’anno nuovo vita nuova. Non è che si deve cambiare vita solo perché è cambiato anno, da un giorno all’altro.>>

- True Story

<<Tenermi stretti gli amici veri, stare alla larga da persone false e studiare costantemente. >>

- Esmeralda

<<Non dire più bugie ai miei.>>

- Answerino anonimo

E voi, carissimi, volete condividerci anche i vostri propositi per il 2014?

È tornato! Doppi punti a dicembre

IT Blog

Per un periodo di tempo limitato, puoi ottenere 2 punti in più per ogni risposta inviata.
Questo è il periodo dei ringraziamenti, dei regali e della ricompensa per il duro lavoro. Il nostro modo di ringraziare la Community di Yahoo Answers e il tuo duro impegno quest’anno ha la forma di un bonus speciale. Sììì, è tornato DOPPI PUNTI: ad ogni risposta inviata guadagnerai 4 punti anziché 2.

Perché lo facciamo?
Sappiamo che ti diverte guadagnare punti su Yahoo! Answers, specialmente per salire di livello. Ma sappiamo anche che il progresso può essere lento e stancante, come una maratona. Quindi per il mese di dicembre ti diamo la possibilità di fare uno sprint! Doppi punti ti offre un’opportunità d’oro per aumentare i punti e salire di livello.

Quando inizia e quando finisce?
Il bonus sarà attivo dalle 09:01 del 4o dicembre e durerà fino alle 08:59 del 1 gennaio.  Quindi, approfittane! Ma non dimenticare di seguire le linee guida della community.

Come iniziare?
Non potrebbe essere più facile. Basta effettuare l’accesso (o registrarti, se non lo hai già fatto) e iniziare a rispondere alle domande. La pagina categorie è un ottimo punto di partenza. In alternativa, da’ un’occhiata alla tua scheda Consigliate.

Manutenzione Pianificata di Yahoo Answers

Cari Answerini,

Vorremmo comunicarvi che ci sarà qualche lavoro di manutenzione pianificata  lunedì 25 novembre 2013 a partire dalle 03:30:00 UTC(GMT) e durerà parecchie ore. Questo potrebbe rendere a tratti inaccessibili alcuni servizi di Yahoo Answers.

Ci scusiamo per il disagio.

Yahoo Answers Team

Il Tifone Haiyan – ecco come aiutare le sue vittime

È già passata una settimana da quando il supertifone Haiyan, considerato il peggior tifone dell’anno in tutto il mondo, si è abbattuto sulle Filippine.  Per il paese, è anche la calamità più violenta e disastrosa che abbia subito. Alcune fonti dicono ci siano stati circa 2.000 morti- altre dicono di contarne 4.000 e ancora altre che aspettano fino a 10.000 persone uccise da Haiyan. Se è una differenza di 1 o 2 o 1.000 persone o di più, una cosa è certa – i danni sono mostruosi a tutti i livelli. Le diverse città di Leyte soffrono. I cittadini piangono la perdita di molti dei loro parenti.  Allo stesso tempo devono cercare di sopravvivere – con poco da mangiare, da bere e nessuna casa decente dove andare e passare la notte. Alcuni, infatti, sono costretti a dormire vicino ai cadaveri dei loro amici, parenti—e anche bambini. In più, e dopo tutto questo sarà passato, come faranno a ricostruire la loro vita? I dati trasmessi dai telegiornali sono sconvolti, ma vedere le immagini e sentire le storie delle vittime spezzano davvero il cuore a chiunque.

In questo momento ci vogliono la solidarietà e la fratellanza. Molti governi internazionali e istituti  hanno già risposte alle chiamate d’aiuto delle Filippine. Ma data la gravità della situazione, ci vuole molto di più. Come potete aiutare? Cari answerini, ecco alcuni istituti legittimi che accettano donazioni monetarie online:

1.      La croce rossa italiana – http://cri.it/flex/FixedPages/IT/Donazioni.php/L/IT

2.      Caritas italiana – http://www.caritas.it/home_page/come_contribuire/00003068_Donazioni_online.html

3.      UNICEF – https://donazioni.unicef.it/

4.      Programma alimentare mondiale (World Food Programme)- https://it.wfp.org/donations/emergenzafilippine

5.      OXFAM Italia – http://donazioni.oxfamitalia.org/dona-ora-emergenza-filippine.html

Per l’emergenza UNICEF e World Food Programme Italia, hanno lanciato un numero solidale per donare 1 euro da rete mobile e 2 euro da rete fissa. È possibile donare con un SMS al 45590 da cellulare TIM, Vodafone, WIND, 3, PosteMobile, CoopVoce, Tiscali e Nòverca o chiamata allo stesso numero da rete fissa da Telecom Italia, Infostrada, Fastweb, TeleTu, Tiscali e TWT.

Ogni euro conta. Aiutiamo le vittime del Tifone Haiyan!

Qual è il senso della vita?

Cosa rende la vita così speciale e talmente preziosa? È una domanda che ogni tanto ci si chiede soprattutto nei momenti in cui ci sono avvenimenti che ci ricordano l’incertezza della vita. Basta pensare agli eventi che sono davvero fuori del nostro controllo quali gli incidenti, le malattie, e disastri naturali. Qualche giorno fa, ad esempio, un super-tifone, che dicono sia stato il peggior tifone dell’anno in tutto il mondo e che avrebbe causato danni inconcepibili, si è abbattuto sulle Filippine.

Di fronte a queste situazioni una persona può cominciare a farsi la domanda: “Ma la mia vita, che senso ha?” Infatti, pare sia una domanda che anche molti answerini hanno già posto. E qui abbiamo raccolto le risposte che erano state considerate “migliori” dagli altri answerini.

<<Il significato della vita secondo me non è qualcosa di dato, che esiste, si può trovare e dare. La vita non ha un significato, è insensata, irrazionale, illogica e caotica, come disse Nietzsche. Per me vivere vuol dire accettare questo vuoto di valori, sensi, scopi. Accettare l’umanità per quella che è, accettare il mondo per quello che è, non credere nell’illusione che possono dare una religione, un’utopia o le comuni credenze, ma crearsi da solo un proprio senso, un proprio scopo da perseguire. Il senso della vita dovrebbe essere accettare ciò che si è senza tentare per forza di diventare ciò che non si è e mai si sarà e poi perseguire il proprio piccolo fine senza dare fastidio a nessuno.>>

                                    -Blu

 

<<E’ svegliarmi ogni mattina accanto alla persona che AMO, ringrazio Dio per avere una persona come mio marito accanto; l’aver ritrovato una fede che era morta, credimi per me non e’ poco; desiderare un figlio e non perdere la speranza; godere appieno delle giornate di sole fuori con i miei due amati cagnolini; avere due genitori che AMO. Nella mia vita non faccio grandi cose, per molti potrà essere pure banale, ma ringrazio Dio che sia piena d’amore perché senza starei male.>>

-Kylusa

 

<<Se sei cristiano non hai via d’uscita. Tutto gira intorno a Dio! Lui ti ha creato, ha pensato a te. Ha fatto si che tu venissi al mondo e ti ha dato un destino. Noi siamo Spirito, possediamo un corpo ed un’anima. Siamo ad immagine e somiglianza di Dio ciò significa che siamo creature a cui piace socializzare, ci piace costruire ed inventare, abbiamo sentimenti e siamo stati creati per avere una relazione con Dio. È questo lo scopo! >>

-TheFreak

 

<<Rincorrere un desiderio per raggiungere la felicità con tutte le difficoltà, nonostante le cadute e le ferite, rialzarsi sempre ed andare avanti. Continuare finché la morte non ci separerà da questa terra dove i valori sei tu a costruirteli sempre dal nulla, proprio come siamo stati creati noi: dal nulla.>>

-Artista Nascosta

 

E per voi cari answerini, qual è il senso della vita?

5 Film horror da vedere!

È appena passata la festa di Halloween. In questo periodo, fanno vedere molti film horror al cinema. Infatti sono tantissimi i film girati di questo genere perché la verità è che ci piacciono davvero—nonostante ci facciano paura! E abbiamo messo insieme un elenco di 5 film del horror da vedere se a voi, come a noi, piace essere spaventati dalle storie dei fantasmi, degli zombie o semplicemente dello sconosciuto!

1)      L’Evocazione (2012) – http://it.cinema.yahoo.com/film/the-warren-files/
Molti dicono che sia il film più pauroso che abbiano mai visto nei anni recenti. L’Evocazione – The Conjuring narra la vera storia di Ed e Lorraine Warren (Patrick Wilson, Vera Farmiga), investigatori del paranormale di fama mondiale, chiamati ad aiutare una famiglia terrorizzata da una presenza oscura in una fattoria isolata. Costretti ad affrontare una potente entità demoniaca, i Warrens si trovano coinvolti nel caso più terrificante della loro vita.

2)      Shining (1980) – http://it.cinema.yahoo.com/film/shining/
Il gran maestro Kubrick fa un tuffo (in perfetto stile) in pieno horror. Jack Nicholson, scrittore in crisi, per ritrovare l’ispirazione accetta un posto di guardiano durante la stagione invernale in un hotel sulle Montagne Rocciose. Ci va con la famiglia (moglie e bambino di sette anni). Ma il posto è tutt’altro che allegro. Non c’è anima viva e inoltre l’albergo è stato teatro (dieci anni prima) di una tragedia: un uomo sterminò la propria famiglia e si suicidò. Lo scrittore sembra subire il fascino malefico del luogo. Al punto da immedesimarsi nel vecchio massacratore e cercare di ripeterne le gesta ai danni dei suoi.

3)      L’Esorcista (1973) – http://it.cinema.yahoo.com/film/lesorcista/
Svenimenti, episodi d’isteria, panico, ambulanze. Queste le reazioni degli spettatori che escono con gli occhi sgranati dalle sale dopo aver assistito alla prima attesissima proiezione americana dell’ultimo film di William Friedkin. Hanno visto L’esorcista, un titolo che segnerà la storia dell’horror e della paura tanto che i medici lo vieteranno sin da subito ai malati di cuore. Quarant’anni dopo L’esorcista torna al cinema restaurato e digitalizzato nella versione Director’s Cut, con i suoi 11 minuti di scene terrificanti eliminate nell’edizione del 1973.

4)      Poltergeist – Demoniache Presenze (1982) http://it.cinema.yahoo.com/film/poltergeist-demoniache-presenze/
Spiriti vendicativi emergono dai canali televisivi e catturano una ragazzina, Carol Anne (Heather O’Rourke), portandola “dentro” il televisore. Conseguentemente, mettono in subbuglio prima la famiglia e poi l’intera comunità di un complesso residenziale costruito sopra un antico cimitero indiano.

5)      Carrie – Lo sguardo di Satana (1976) http://it.cinema.yahoo.com/film/carrie-lo-sguardo-di-satana-1976/
Carrie (Sissy Spacek) è una ragazza timida e complessata, oppressa dalla madre pazza e bigotta (Piper Laurie) e ridicolizzata dalle compagne più furbe. Carrie però scopre di avere dei misteriosi poteri telecinetici e li usa per cercare una terribile e sanguinosa vendetta dopo essere stata ridicolizzata una volta di troppo al ballo della scuola, davanti a tutti.

Buona visione, cari answerini!!!

Depressione autunnale?

Quali sono le emozioni che suscita in voi l’autunno? Nella ricerca e analisi delle risposte degli answerini a varie domande sul tema, risulta che la maggioranza prova un sentimento abbastanza negativo questa stagione, ovvero, molti sentono la malinconia, la tristezza e addirittura la depressione quando arriva l’autunno.

Ma sapete che esiste proprio questo genere di depressione nel campo psicologico? Si chiama Disturbo Affettivo Stagionale, più noto con il suo acronimo SAD. E come il suo significato inglese, chi soffre di questo disturbo, prova la tristezza— la depressione causata dalla stagione invernale i cui sintomi vengono manifestati  solitamente all’inizio dell’autunno.

Ma che cosa è esattamente la SAD? Secondo il sito di Giacinto ONLUS (http://www.giacinto.org/disturbo-affettivo-stagionale-sad/) :
 
“Poco conosciuta dalla maggior parte delle persone, questa forma di depressione ha la sua origine nella risposta del cervello alla ridotta esposizione alla luce naturale. Si estrinseca nello stesso periodo dell’anno (autunno e inverno) e colpisce soprattutto le donne. L’orologio biologico (ritmo circadiano) avendo meno luce solare in autunno e inverno può confondere l’orologio interno del proprio corpo, che segnala quando si dovrebbe essere sveglio o addormentato. Questa interruzione del ritmo circadiano può portare a sentimenti di depressione.”

Come distinguere se si soffre davvero del SAD o è la depressione che si sente è una sola emozione a caso? Ecco alcuni sintomi del disturbo:

- Mancanza di desiderio
- Aumento della voglia di dormire
-  Difficoltà di concentrazione
-  Tristezza, malinconia, disperazione, depressione (per un periodo minimo di due settimane)

Cosa si può fare per rimediare il SAD?

- Stare al sole
- Fare ginnastica
- Uscire o passare tempo con gli amici o parenti
- Mangiare bene e sano
- Vedere il medico per ulteriori consigli di farmaci possibili da prendere

Questo non è un disturbo qualsiasi. Infatti, nel 2008 è stato registrato che la depressione autunnale colpisce più o meno il 70% degli italiani. È importante riconoscere e ammettere quando si ha e sapere i passi da prendere per guarire.